domenica 30 gennaio 2011

ACCIULEDDI - MATASSINE DOLCI



Oggi iniziamo con i dolci di carnevale!!!
Queste delicatissime matassine sono dolci tipici sardi del carnevale. Sono fatti di una pasta fritta e glassata con il miele profumato all'arancia. Il loro intreccio, a patto che sia ben eseguito, li rende preziosi come bracciali d'oro.
Ingredienti per 69 acciuleddi circa:
  • 400 gr di semola rimacinata
  • 4 uova e 1 tuorlo
  • 30 gr di zucchero
  •  La scorza grattata di 2 limoni
    25 g di strutto 
     
Per la glassatura:
  • 400 gr di miele
  • La scorza di 2 arance
  • Palline di zucchero colorate
Procedimento:
Impastate tutti gli gli ingredienti nell'impastatrice utilizzando il gancio o meglio ancora impastate a lungo a mano fino ad ottenere una pasta soda ed elastica (se necessario aggiungete poca acqua).
Coprite l'impasto con pellicola trasparente o mettetelo in una bustina e lasciatelo riposare almeno per 1 ora in frigo (io ho preparato l'impasto la notte prima e lasciato riposare 12 ore in frigo)
Prelevate l'impasto dal frigo e porzionatelo in pezzetti da 10 gr ciascuno .
Da ogni pezzetto di pasta ricavatene un filoncino lungo circa 50 cm e spesso 4 mm circa.
Piegate in 2 il filoncino unendo le due estremità e poggiatelo sul piano. Con la mano destra tenete "la piega" e con la sinistra le due estremità. Fate scivolare la mano sx sul piano facendo in modo che il filoncino si arrotoli su se stesso. Sollevatelo dal piano e piegatelo ancora su se stesso...se lo avete avvolto bene e sollevato senza perdere "i giri" qusto si attorciglierà da solo.
Sistematelo su un pezzo di carta da forno e continuate in questo modo per tutti i pezzi di pasta. Guardate i passaggi sotto.

Una volta pronti tutti scaldate l'olio di semi fino a 155°-160° C (se avete il termometro) e friggeteli girandoli spesso. Fate una doratura scura in modo da renderli croccanti.
Scolateli su carta assorbente e fateli freddare per bene.
Una volta pronti preparate la glassatura al miele.
Versate il miele in un pentolino con la scorza d'arancia privata del bianco a pezzi grandi. Fate scaldare a fuoco lento il lento fino a portarlo ad leggera ebollizione.
Versate metà il miele caldo in una pentola capiente dove avrete precedentemente sistemato le metà delle matassine e mecolate delicatamente su fornello basso.
Quando avranno assorbito il miele toglietele dal fuoco e sitematele in un piatto da portata cospargendole quando sono ancora caldi con qualche diavoletto.
Procedete allo stesso modo per i rimanenti.
Le calorie che trovate qui sotto si riferiscono al prodotto non fritto. Con la frittura il potere calorico si innalza passando da 52 kcal a circa 150 kg per pezzo.

PANETTONCINI GASTRONOMICI

Vi presento dei panettoncini gastronomici utili da utilizzare con le più svariate farciture per piccoli rinfreschi e buffet. La ricetta è di Adriano e la trovate qui!!
Io l'ho diminuita e fatto il formato mini!!
Ingredienti:
  • 425 gr di farina manitoba da supermercato
  • 165 gr di latte intero
  • 60 gr di burro
  • 30 gr di zucchero
  • 1 uovo e 1 tuorlo
  • 9 gr di lievito di birra
  • 6 gr di sale
  • 1/2 cucchiaino di malto d'orzo (o se nn lo avete 1 cucchiaio di miele)

Procedimento:

La sera prima preparate un polish con 6 gr di lievito di birra, 150 gr di latte e 75 gr di farina. Impastate velocemente e coprite con la pellicola trasparente. Sistemate nel frigo fino al mattino seguente.

La mattina seguente portate il contenitore con il polish a temperatura ambiente e nel frattempo preparate un 2° lievitino con il lievito rimasto, il malto,15 gr di latte tiepido e 1 cucchiaio di farina.

Lasciate raddoppiare al caldo.

Al raddoppio unite i due impasti nell'impastatrice aggiungendo metà della farina e 1 uovo. Fate amalgamanere bene con il gancio e a bassa velocità e successivamente aggiungete il tuorlo, metà dello zucchero e una spolverata di farina e fate assorbire bene.

Aggiungete il resto dello zucchero e il sale. Fate incordare e successivamente aggiungete il burro a pezzetti.

Impastate a media velocità fino a che l'impasto non si presenta liscio e perlaceo.

Arrotondate la massa e lasciate raddoppiare a 28° C.

Rovesciate l'impasto sul piano e stendetelo con il mattarello ottenendo un rettangolo. Date una piega a 3 (potete vedere meglio le foto di Adriano qui!!!).

Stendete ancora l'impasto e arrotolatelo per il lato lungo formando un lungo filone.

Dividete il filone in pezzi da 100 gr ciascuno e arrotolate ancora su se stesso e formate a palla.

Sistemate i panetti nei pirottini per panettone da 100 gr spennellate la superficie con albume miscelato ad un poco di latte e lasciate lievitare fino a che l'impasto non arrivi ad 1 dito dal bordo.

Spennellate ancora prima di infornare e infornate a 170 °C per 20 minuti circa.

Prelevate dal forno e infilzate alla base con spiedini di di legno e ribaltate lasciandoli freddare a testa in giù come si fà per il panettone.

Lasciateli freddare per alcune ore e passate in frigo per almeno 30 minuti. Liberate i panettoncini dal pirottino e affettateli a fetta da 1 cm circa. Farcite e ricomponete il panettoncino.

lunedì 24 gennaio 2011

YOGA CAKE

Oggi vi presento l'ultima torta che ho preparato per una mia amica. Una torta a 2 piani (e due gusti) decorata interamente con pasta di zucchero. Tutte le decorazioni sono eseguite a mano.
Come basi ho utilizzato una base al cioccolato farcita con marmellata di arance per il piano di sotto e una red velvet cake con crema di mascarpone per il piano superiore.
Qui sotto vi metto gli ingredienti delle basi e le preparazioni:
Per la red velvet cake: Per fare questa torta io ho fatto 2 dosi
  • 250 gr burro
  • 500 gr di zucchero
  • 5 uova
  • 450 gr di farina
  • 250 gr di panna acida
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito
  • 1 bustina di vanillina
  • 25 gr di cacao amaro
  • Colorante rosso

Procediemento:

Preparate la panna acida :

Mescolate 4-5 goccie di limone alla panna e lasciate riposare a temp ambiente per 30 -40 minuti.

Lavorare il burro con lo zucchero fino a renderla cremosa, aggiungete le uova una per volta e successivamente tutti gli altri ingredienti alternandoli con la panna acida. Aggiungete il colorante fino a rendere l'impasto molto rosso e in ultimo il lievito.

Dividete se volete l'impasto più teglie in modo da creare direttamente 2-3 strati.

Cuocete in forno per 30 minuti se dividete o 1 ora fate 1 unica torta!

Ingredienti per la crema:

  • 300 gr di mascarpone
  • 200 gr di panna da montare
  • 100 gr di zucchero a velo
  • 1/4 di stecca di vaniglia

Procediemento:

Lavorate il mascarpone con lo zucchero. Aggiuntete la panna montata e la vaniglia e amalgamate.

Ingredienti per la base al cioccolato: (io ho duplicato la dose e per ogni dose ho usato una teglia usa e getta da 12 porzioni)

  • 500 gr di farina
  • 500 gr di zucchero
  • 500 gr di cioccolato fondente
  • 6 uova
  • 250 gr di panna
  • 25 gr di cacao amaro
  • 200 gr di burro
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito

Procediemento:

Lavorate il burro con lo zucchero. Aggiungete il cioccolato fondente fuso e successivamente tutti gli ingredienti alternati con la panna. Aggiungete in ultimo il lievito.

Versate in una tortiera e infornate a 180 °C per 45 -50 minuti.

Farcitura: Marmellata di arance e torrone che trovate qui!!

Le basi sono state livellate , farcite e formate e ricoperte di crema al burro.

Ingredienti per la crema al burro:

  • 125 grammi di burro morbido
  • 250 gr di zucchero a velo
  • 1 cucchiaio di latte
  • aroma a scelta.

Procedimento:

Lavorate il burro con lo zucchero e il latte fino ad ottenere una crema morbida. Aggiungete l'aroma miscelate.

Le torte una volta farcite e ricoperte di crema al burro sono state ricoperte di pasta di zucchero e poi assemblate e decorate.

martedì 18 gennaio 2011

ZENZERO CANDITO

Oggi vi presento lo zenzero candito o meglio sarebbe dire brillantato perchè così si chiama il procedimento che ho utilizzato. La canditura richiede delle autoclavi con una temperatura costante di 70° che in casa è impossibile da riprodurre.
Per questa preparazione dovete prendervi del tempo ed esattamente 7-8 gg. Una volta superati i 7 gg avrete dei canditi ottimi anche utilizzati come digestivo o per profumare una bella tazza di the.
Ingredienti:
  • 1 kg di radice di zenzero pelata
  • 2,200 kg di zucchero
  • 400 gr di glucosio
  • 2 litri d'acqua
  • 3 limoni

Tagliate lo zenzero a cubetti da 1x1 cm oppure se preferite a fettine. Portate ad ebollizione 3 pentole con acqua.

Tuffate lo zenzero nella prima pentola, aggiungete il succo di 1 limone fate cuocere per 30 minuti.

Scolatelo dopo 30 minuti e ripetete per la seconda pentola con un'altro limone. Ripetete una terza volta.

Scolate e versate in una pentola capiente.

A parte versate in una pentola 2 kg di zucchero, il glucosio e l'acqua. Portate ad ebollizzione a fuoco lento e fate bollire per 10 minuti circa.

Spegnete lo sciroppo e versatelo nella pentola dove avete sistemato lo zenzero. Mescolate e lasciate riposare coperto con un coperchio.

Ripetete questo procedimento 3 volte al gg sempre nello stesso modo per 3 gg.

Il 4° gg rinforzate lo sciroppo con 200 gr di zucchero e fatelo cuocere per 10 minuti circa. Versatelo caldo sopra lo zenzero e lasciate riposare. Ripetete sempre 3 volte al gg per altri 3 o 4 gg.

I canditi sono pronti quando lo zenzero sarà completamente trasparente e avrà assunto un colore come quello della prima foto.

A questo punto dopo aver scaldato lo sciroppo versatelo sullo zezero e lasciatelo riposare qualche minuto.

Scolatelo e sistematelo sulla carta da forno per farlo leggermente freddare.

Passate i canditi nello zucchero semolato facendolo aderire bene al candito. Lasciate asciugare ancora sulla carta da forno ( non la stessa usata in precedenza) e poi confezionare. Io ho preparato dei pacchettini con tanto di etichetta!!

N.B. Fate attenzione a come scaldate lo sciroppo perchè non deve mai scaldare troppo velocemente ne tantomento bruciare!!!

MINIMUFFIN BANANITOS, QUINOA E ARACHIDI

Ingredienti:
  • 100 gr di farina 00
  • 50 gr di farina di quinoa bio
  • 50 gr di zucchero di canna
  • 2 cucchiai di miele
  • 40 gr di arachidi tritati
  • 50 gr di goccie di cioccolato fondente
  • 2 bananitos o una banana
  • 1 uovo
  • 40 gr di burro
  • 1 cucchiaino di lievito

Per la glassatura :

  • 1 cucchiai0 di miele
  • 20 gr di quinoa suffle

Procedimento:

Miscelate gli ingredienti secchi in una ciotola. Frullate le banane e versatele in una ciotola dove aggiungerete tutti gli ingredienti liquidi.

Versate gli ingredienti liquidi in quelli secchi e miscelate in modo grossolano.

Versate il composto nei minipirottini (io ho usato 2 pirottini per dolcetto) lasciando circa 3 mm dal bordo.

Cuocete in forno preriscaldato per 15 minuti circa. Impostate il forno a 200 °C per i primi 5-7 minuti e a 180° C per i rimanenti. Fate la prova stecchino.

Una volta freddi spennellateli di miele e passateli nella quinoa suffle. Spolverate di cacao in polvere.

BAKLAVA

Dolce di pasta fillo e frutta secca di origine araba e turca! Ne esistono più versioni a seconda zona di diffusione!
Ingredienti:
  • 400 gr di pasta fillo (13 fogli dimensione di una teglia da 12)
  • 200 gr di noci sgusciate
  • 130 gr di mandorle
  • 150 gr di pistacchi
  • 100 gr di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1/2 cucchiaino di noce moscata
  • 250 gr di burro

Per lo sciroppo:

  • 400 gr di zucchero
  • 100 gr di miele
  • 500 gr di acqua

Procedimento:

Tritate in modo grossolano la frutta secca lasciandone da parte una manciata per ogni frutto che triterete in modo molto sottile.

Miscelate in una ciotola la frutta secca e lo zucchero. Aggiungete le spezie e mescolate per bene.

Fate fondere il burro fino a scioglierlo.

Iniziate a preparare il baklava. Imburrate con il burro fuso una teglia da 12 porzioni.

Stendete il primo foglio di pasta fillo e spennellatelo di burro fuso. Ripetete questo procedimento altre 2 volte.

Versate sul 3° strato 1/3 di frutta secca e coprite altri 2 fogli di pasta fillo sempre intervallati dalla spennellata di burro fuso. Versate ancora 1 parte di frutta secca e continuate con altri 2 strati di pasta fillo. Finite con la frutta secca e con altri 6 fogli di pasta fillo sempre spennellati di burro fuso.

Una volta pronto tagliate il dolce con un coltello affilato in quadrati, rombi o triangoli. Cuocete in forno a 180 °C per 30 minuti o comunque fino a che sarà dorato.

Nel frattempo preparate lo sciroppo. Versate lo zucchero con il miele e l'acqua in un pentolino e mescolate. Portate sul fuoco e fate bollire per 15 minuti circa. Se avete un termometro arrivate a 104-105 °C. Lasciatelo freddare.

Una volta che il dolce è cotto e ben dorato versate sopra tutto lo sciroppo facendo in modo che lo sciroppo penetri tra le porzioni. Lasciate freddare bene e poi servire!!

mercoledì 12 gennaio 2011

ARANZADA


Dolce tipico sardo in questa versione (con scorza a filetti) è diffuso nella zona del Nuorese. Si preparava in occasioni importanti come i battesimi!
Ha un gusto delicatissimo e un aspetto molto elegante! E' considerato un dolce molto fine e io ho voluto sottolineare la sua bellezza e semplicità utilizzando dei pirottini oro e argento!
Ingredienti per 70 pirottini circa:
  • 500 gr di scorza d'arancia pulita (12 arance circa)
  • 700 gr di miele(più o meno lo stesso volume della scorza l'arancia)
  • 300 gr di mandorle
  • Palline argento
Procedimento:
Sbucciate le arance a spicchi. Eliminate con un coltello affilato tutta la parte bianca interna, pesatene 500 gr e tagliate a filetti sottilissimi (max 2 mm) con un coltello molto affilato.
Mettetele a bagno in acqua fresca per 2 gg cambiando acqua 3-4 volte al gg. Questo procediemento servità per eliminare il sapore amaro.
Una volta passati i 2 gg procedete con la preparazione.
Scaldate 3 pentole d'acqua fino a portarla ad ebollizione. Tuffate le scorze nella prima pentola e bollite per 5 minuti. Scolatele e tuffatele subito nella terza pentola. Procedete nello stesso modo anche per l'ultima pentola.
Scolate le scorze e stendetele su un canovaccio per tutta la notte.
La mattina seguente versate procedete con la cottura.
Versate il miele in una pentola con fondo spesso e larga. Scaldate il miele fino a renderlo fluido e aggiungete le scorze. mescolate in modo che il miele le bagni, abbassate il fuoco e coprite.
Cuocete a fuoco lentissimo mescolando spesso.
E' importante che la pentola sia a fondo spesso e che il gas sia tenuto molto basso in modo da non far bruciare il miele e rovinare la proparazione.
N.B. il miele non deve mai bollire!!
Nel frattempo preparate le mandorle. Tagliatele a filetti sottili nel senso della lunghezza e tostate in forno o in microonde fino a renderle croccanti e leggermente dorate.
Capirete quando le scorze sono pronte dal loro colore. Dovranno diventare di un bel arancio intenso, trasparenti e dell'aspetto del vetro e assorbire quasi completamente il miele.
Una volta che il miele è stato quasi assorbito aggiungete le mandorle e lasciate cuocere mescolando ancora per 10 minuti circa.
Porzionate le scorze in pirottini piccoli aiutandovi con 2 cucchiaini.
Terminate con le palline argento e lasciate freddare bene.
Sono dolci che si conservano a lungo anche in frigo!
Tabella nutrizionale a cura di Francesca Broccia qui sotto!

martedì 11 gennaio 2011

MARMELLATA DI ARANCE E TORRONE SARDO

Ho preparato questa buonissima marmellata per "recuperare" le arance sbucciate per la preparazione dell'aranzada che vedrete a breve pubblicata!
Ho voluto abbinare le arance al torrone sardo di tonara, un torrone morbido e buonissimo fatto di solo miele albumi e mandorle!!
Con questa ricetta ho preparato 11 barattoli da 150 ml
Ingredienti:
  • 2 kg di arance senza buccia
  • 1,330 kg di zucchero
  • 1 cucchiaio di cannella in polvere
  • 1/2 bicchiere di wishky
  • 170 gr di torrone sardo

Procedimento:

Pulite le arance dal bianco della buccia e immergetele per 24 ore in acqua fresca cambiando spessissimo l'acqua.

Superate le 24 ore tagliate a pezzetti le arance e versatele insieme allo zucchero alla cannella e al wisky in una pentola con fondo alto.

Fate cuocere a fuoco lento per circa 1 ora 1 ora e 30. A metà cottura potete frullare la marmellata con un mixer ad immersione ! Io ho frullato parzialmente in modo da lasciare qualche pezzetto di frutta più grossa.

Nel frattempo preparate il torrone. Tagliatelo a listarelle e successivamente a cubetti piccoli. Sistemateli in freezer.

Una volta che la marmellata è cotta (fate sempre la prova piattino vesando un cucchiaino di marmellata su un piattino congelato) toglietela dal fuoco e lasciatela intiepidire!!

Quando la marmellata sarà tiepida aggiungete il torrone a cubetti e mescolate per bene.

Invasettate (in vasetti sterilizzati nel forno per 15 minuti a 200 gr) e chiudete i barattoli.

Sistemate i barattoli in una pentola capiente e sommergeteli d'acqua fredda (5 cm sopra il livello del tappo).

Portate ad ebollizione e fate sobollire per 20/30 minuti. Lasciate freddare nell'acqua.

Questa marmellata si conserva per 7 mesi!!

Qui sotto la tabella nutrizionale a cura di Francesca Broccia !

lunedì 10 gennaio 2011

E DA OGGI ....

Cari Amici del blog, appassionati come me di cucina e di benessere, da oggi ogni dolce o pietanza in genere sarà corredato da una tabella nutrizionale, perchè...golosi si, ma con giudizio!"

Tutto ciò sarà possibile grazie alla collaborazione della dottoressa Francesca Broccia specialista in scienze dell'alimentazione che arricchirà le mie ricette con delle preziose informazioni nutrizionali!!!!

A presto con la prossima ricetta!!

sabato 8 gennaio 2011

KOKE KOKE KOKEDAMAS

Oggi vi presento alcune kokedama preparate mesi fa ma che non ho mai avuto tempo di fotografare e postare !!!
Ciclamino naturale
Sanseveria spaghetti
Mista
Felce

mercoledì 5 gennaio 2011

CHRISTMASTOLLEN

Prima forma e riposo in frigo
Preforma
Filone
Pronto per lievitazione
Stollen cotto
Un poco in ritardo vi presento il cristhmanstollen. Per chi non lo conoscesse è lo stollen è un dolce tradizionale tedesco , viene consumato nel periodo Natalizio quando prende il nome di Cristhstollen. È un dolce di pasta lievitata arricchita di frutta secca, canditi e spezie che racchiude un ripieno di pasta di mandorle. Ha bisogno di un periodo di maturazione in luogo buio e asciutto di almeno 7-10 gg per far si che tutti i profumi della frutta diffondano nella pasta. Solitamente viene preparato il 6 di dicembre e lasciato maturare la fresco fino al giorno di natale.
La ricetta l'ho "rubata" ad Adriano e devo dire che il risultato è veramente molto buono!!!
Ringrazio la mia amica Eleonora per le foto del taglio :-)
Qui sotto vi riporto la ricetta di Adriano che io ho diviso e con la quale ho preparato 2 stollen. Io l'ho preparato sostituendo allo zucchero uno sciroppo avanzato dalla preparazione dei marron glecè!
Ingredienti:
  • 500 gr di farina manitoba
  • 1 uovo e un tuorlo
  • 185 gr di latte
  • 150 gr di zuccero
  • 150 gr di burro
  • 10 gr di lievito di birra fresco
  • 10 gr di sale fino
  • la buccia di due limoni grattata
  • 350 gr di uva passa
  • 75 gr di arancia candita
  • 125 gr di albicocche essiccate
  • 125 gr di mandorle tostate e tritate grossolanamente
  • Noce moscata
  • Zenzero in polvere
  • Cannella in polvere
  • 1/2 bacello di Vaniglia
  • 1 cucchiaino di miele

Per la farcitura al marzapane:

  • 150 gr di mandorle pelate
  • 85 gr di zucchero
  • 85 gr di zucchero a velo
  • 1/2 albume
  • 2 goccie di essenza di mandorla amara

Procedimento per il marzapane:

Tritate nel mixer le mandorle con lo zucchero semolato fino ad ottenere una farina sottile. Versatela nell'impastatrice e aggiungete lo zucchero a velo l'albume e impastate lentamente fino a che non otterrete un composto sodo ed omogeneo. Aggiungete l'essenza e impastate ancora pochi secondi. Prelevate l'impasto e fate riposare in frigo in una bustina di plastica.

Quando sarà rassodato dividetelo in due e formate 2 filoncini spessi circa 3 cm e lunghi 20-25 cm.

Procedimento:

La sera prima prepariamo il polish miscelando velocemente 125 gr di latte, 125 gr di farina, 3,5 di lievito, 1 pizzico di cannella, la scorza di un limone grattata, un pizzico di noce moscata, un pizzico di cardamomo, i semi di 1/4 di bacello di vaniglia.

Coprite con la pellicola e sistemate in frigo fino al gg dopo.

Tagliate le albicocche a cubetti e mettetele insieme alle uvetta a bagno in acqua e rum e lasciatele indratare.

La mattina seguente prepariamo un pre-impasto con il latte rimanente, lo stesso peso di farina, e il restante lievito. Lasciate lievitare al caldo.

Quando è ben lievitate versate il pre impasto, il polish nell'impastatrice e impastate con il gancio aggiungendo gradatamente tutti gli ingredienti e facendo incordare bene tra gli ingredienti. Impastate a velocità 1-2.

Lasciate in ultimo il burro le spezie, canditi e frutta secca.

Una volta che l'impasto è ben incordato portate l'impastatrice a vel 1 e aggiungete le mandorle e le spezie e in ultimo i canditi e le albicocche con le uvette (che avrete precedentemente strizzato, asciugato e infarinato).

Versate l'impasto su un piano e raccogliete dando una forma tonda. Lasciate riposare per 40' e successivamente sistemate in un contenitore chiuso in frigo fino al gg seguente.

Il mattino successivo:

Spostate l'impasto a temperatura ambiente e lasciate per mezza giornata o fino a che ritorna lavorabile (il burro presente nel frigo fa indurire l'impasto). Dividete in 2 l'impasto e preformate a fera. Coprite a campana e lasciate riposare 20 minuti.

Trascorsi i 20 minuti stringete ancora a frera e dopo altri 20' formate un filone stretto.

Dopo altri 15 minuti stendiamo con mattarello e inseriamo il filone di marzapane. Per capire come fare guardate questo video .

Piegate l'impasto come fanno nel video e sistemate in placca rivestita di carta da forno al caldo coperto con pellicola fino alla crescita del 50%.

Una volta lievitato spennellate di latte e infornate a 170° C per 45 minuti circa.

Lasciate freddare su una gratella per almeno una notte.

La mattina seguente spennellate con burro fuso e passate subito nello zucchero semolato e successivamente ricoprite di un bello strato di zucchero a velo.

Imbustate ed eticchettate e fate riposare la buio e fresco per qualche gg.

domenica 2 gennaio 2011

PAN D'EGITTO

Vi presento questi biscotti preparati ieri!
Sono dei dolci natalizi che ho creato utilizzando frutta secca, essiccata e spezie ..il tutto avvolto dalla sapa di miele. Per la frutta usata e per l'utilizzo delle spezie li ho chiamati pan d'egitto!!
Sono dolci dal sapore speziato e non dolcissimi proprio per l'assenza di zucchero e per il retrogusto amaro della sapa di miele!
Hanno una crosticina croccante e l'interno morbidissimo!
Vi consiglio di prepararli utilizzando la frutta avanzata dalle feste!!
Ingredienti per 35 biscotti:

  • 40 gr di albicocche secche
  • 25 gr di mandorle a pezzetti
  • 50 gr di farina di mandorle
  • 50 gr di Korn flakes spezzettati
  • 50 gr di arachidi tritati grossolanamente
  • 70 gr di datteri (naturali) tagliati a piccoli cubetti
  • 30 gr di uvetta
  • 60 gr di cioccolato fondente in scaglie o gocce
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • La scorza di 2 arance essiccata e tritata (essiccatela in forno a microonde per 15 minuti circa a bassa potenza)
  • 300 gr di farina 00
  • 50 gr di farina di mais
  • 350 gr di sapa di miele (preparato a base di miele cotto)
  • 1 cucchiaio di whisky
  • 1 pizzicco abbondante di anice stellato in polvere
  • 1 pizzico abbondande di cannella in polvere
  • 1 pizzico di cardamomo in polvere
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 1 albume d'uovo
  • Zucchero a velo q.b. per lo spolvero

Procedimento:

Tagliate in 2 pezzi le uvette e fatele ammollare in acqua e rum per 15 minuti. Strizzatele asciugatele e infarinatele leggermente. Infarinate anche le albicocche e i datteri.

Versate tutti gli ingredienti secchi in una terrina e miscelate per bene.

Versate il miele cotto con il whisky in un pentolino e fatelo scaldare fino a renderlo fluido.

Nel frattempo montate a neve ferma l'albume.

Una volta che il miele sarà fluido versatelo nella ciotola e miscelate con cucchiaio di legno fino ad ottenere un impasto uniforme. Aggiungete l'abume e miscelate ancora.

Otterrete un'impasto appiccicoso e non troppo morbido.

Dividete la pasta in piccoli pezzi (io ho fatto 32 gr ciascuno). Con le mani umude formate prima delle palline e poi con le mani dei piccoli filoncini. Passateli in abbondate zucchero a velo fino a ricoprile e sistemateli in un placca da forno foderata distanziandoli.

Lasciateli riposare 30 minuti circa.

Infornate a 170° per 20 minuti.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile.Infine è vietata la riproduzione dei contenuti di questo blog, senza l'autorizzazione dell'autore.
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget