mercoledì 12 gennaio 2011

ARANZADA


Dolce tipico sardo in questa versione (con scorza a filetti) è diffuso nella zona del Nuorese. Si preparava in occasioni importanti come i battesimi!
Ha un gusto delicatissimo e un aspetto molto elegante! E' considerato un dolce molto fine e io ho voluto sottolineare la sua bellezza e semplicità utilizzando dei pirottini oro e argento!
Ingredienti per 70 pirottini circa:
  • 500 gr di scorza d'arancia pulita (12 arance circa)
  • 700 gr di miele(più o meno lo stesso volume della scorza l'arancia)
  • 300 gr di mandorle
  • Palline argento
Procedimento:
Sbucciate le arance a spicchi. Eliminate con un coltello affilato tutta la parte bianca interna, pesatene 500 gr e tagliate a filetti sottilissimi (max 2 mm) con un coltello molto affilato.
Mettetele a bagno in acqua fresca per 2 gg cambiando acqua 3-4 volte al gg. Questo procediemento servità per eliminare il sapore amaro.
Una volta passati i 2 gg procedete con la preparazione.
Scaldate 3 pentole d'acqua fino a portarla ad ebollizione. Tuffate le scorze nella prima pentola e bollite per 5 minuti. Scolatele e tuffatele subito nella terza pentola. Procedete nello stesso modo anche per l'ultima pentola.
Scolate le scorze e stendetele su un canovaccio per tutta la notte.
La mattina seguente versate procedete con la cottura.
Versate il miele in una pentola con fondo spesso e larga. Scaldate il miele fino a renderlo fluido e aggiungete le scorze. mescolate in modo che il miele le bagni, abbassate il fuoco e coprite.
Cuocete a fuoco lentissimo mescolando spesso.
E' importante che la pentola sia a fondo spesso e che il gas sia tenuto molto basso in modo da non far bruciare il miele e rovinare la proparazione.
N.B. il miele non deve mai bollire!!
Nel frattempo preparate le mandorle. Tagliatele a filetti sottili nel senso della lunghezza e tostate in forno o in microonde fino a renderle croccanti e leggermente dorate.
Capirete quando le scorze sono pronte dal loro colore. Dovranno diventare di un bel arancio intenso, trasparenti e dell'aspetto del vetro e assorbire quasi completamente il miele.
Una volta che il miele è stato quasi assorbito aggiungete le mandorle e lasciate cuocere mescolando ancora per 10 minuti circa.
Porzionate le scorze in pirottini piccoli aiutandovi con 2 cucchiaini.
Terminate con le palline argento e lasciate freddare bene.
Sono dolci che si conservano a lungo anche in frigo!
Tabella nutrizionale a cura di Francesca Broccia qui sotto!

Nessun commento:

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile.Infine è vietata la riproduzione dei contenuti di questo blog, senza l'autorizzazione dell'autore.
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget