domenica 26 settembre 2010

TORTA PENJIN

Prima di mettere l'acqua e le ninfee nel laghetto
Questa è la mia torta di compleanno! Per farla mi sono ispirato ai penjin (precursori dei bonsai) e ai paesaggi giapponesi con tanto di giardino zen con composizione di pietre e ghiaia rastrellata, laghetto con carpe koi e ninfee. E' interamente fatta di pasta di murshmallow.
Purtroppo la gelatina mi ha fatto lo scherzo di colare rovinando un poco la torta...( se la fate vi consiglio di mettere sotto il laghetto un poco di crema al burro che funzionerà da isolante)
La base della torta è una torta al the farcita con una crema al cocco.
Vi metto qui sotto gli ingredienti e il procedimento. (io ho duplicato tutte le dosi)

Ingredienti per la base ( io ho fatto doppia porzione)

  • 500 gr di zucchero
  • 6 uova
  • 500 gr di farina
  • 1 bicchiere di the verde forte (preparato con 3 cucchiai di the)
  • La scorza grattata e il succo di un limone
  • un pizzico di sale
  • 1 bustina di lievito

Ingredienti per la crema: (io ho fatto doppia dose)

  • 100 gr di zucchero
  • 4 tuorli
  • 75 gr di farina
  • 500 ml di latte
  • 50 gr di farina di cocco disidratata

Ingredienti per la bagna al the:

  • 200 gr di acqua
  • 50 gr di zucchero
  • 2 cucchiai di the
  • 2 cucchiai di limoncello o succo di limone

Per la pasta di murshmallow: (io ho usato 3 dosi)

  • 150 gr di murshmallow bianchi
  • 330 gr circa di zucchero a velo
  • 3 cucchiai di acqua
  • 2 gocce di essenza a scelta

Per finitura:

  • 200 gr di panna
  • 3 fogli di gelatina
  • 250 gr di acqua
  • colorante

Procedimento per preparare la pasta decorativa:

Mettete le caramelle in un pentolino con 3 cucchiai d'acqua e fate sciogliere a bagnomaria.

Una volta scioli aggiungete 100 gr di zucchero a velo e mescolate bene. Versate la massa ottenuta sul piano di lavoro dovre avete messo il resto dello zucchero a velo. Coprite la massa con lo zucchero e ripiegate su se stessa schiacciando leggermente . Impastate (quando inzia ed essere lavorabile) come per la pasta di pane. Coprite con pellicola trasparente e lasciate riposare 12 ore in una credenza.

Procedimento per la base : (vi consiglio di preparare tutto il gg prima)

Preparate la base del dolce lavorando a filo le uova con lo zucchero. Aggiungete la scorza e il succo di limone e la farina gradatamente. Versate piano piano il the verde , il sale, e in ultimo il lievito! Versate in una teglia inburrata e infarinata e cuocete a 180 °C per 40 minuti circa.

Preparazione della crema:

Fate scaldare il latte a cui avrete aggiunto il cocco e lasciate in infusione 1 ora.

Lavorate lo zucchero con i tuorli fino a renderli "bianchi". Aggiungete la farina e mescolate bene.

Versate il latte caldo nelo composto di uova e portate sul fuoco. Cuocete a fuoco lento mescolando fino a che la crema non diventa densa.

Versate in una ciotola e lasciate freddare mescolando ogni tanto!

Prepara la bagna:

Scaldate l'acqua e metteteci dentro il the. Lasciate in infusione 1 ora. Colate aggiungete zucchero e il limoncello. Tenete da parte.

Una volta che è tutto pronto preparate tutte le decorazioni colorando la pasta con colorante (in pasta) o liquido e lasciate asciugare per tutta la notte!

Montaggio:

Alleggerite la crema pasticcera con 50 gr di panna .

Tagliate la base del dolce e dategli la forma desiderata. Dividete in due e farcite con crema al cocco.

Coprite tutta la superficie del dolce con la panna e passate nel frigo.

Nel frattempo stendete la pasta di copertura aiutandovi con zucchero a velo e mattarello.

Coprite la torta con la pasta facendola aderire bene sulla superfie e sui bordi. Rifilate e rabboccate i bordi sotto la base.

Decorate come volete. In questo caso io ho rappresentato un paesaggio giapponese mettendo tutti gli elementi:

La conifera bonsai con collina di muschi

la lanterna giapponese

l'area giadino zen con composizione di pietre e ghiaia ( ho preparato anche il rastrello per far divertire i commensali)

il laghetto con ninfee e carpe koi

domenica 19 settembre 2010

COPULETTAS




La ricetta originale utilizza solamente mandorle pelate! Queste in foto presentano un ripieno più scuro perchè ho aggiunto una piccola dose di nocciole (che mi avanzavano :P)
Ingredienti per la pasta:
  • 1 kg di farina o semola rimacinata
  • 150 gr di zucchero (meglio a velo)
  • 220 gr di strutto
  • 2 bustine di vanillina
  • Acqua tiepida q.b.
Ingredienti per la farcia:
  • 400 gr di mandorle 
  • 400 gr di zucchero
  • 3 albumi
  • 3 cucchiai di miele
  • 2 bustine di vanillina
  • La scorza di due limone grattata
Ingredienti per la ghiaccia reale:
  • 2 albumi
  • Zucchero a velo quanto basta (circa 300 gr)
  • Alcune goccie di limone
Per la decorazione.
  • Palline argento
  • Foglia oro
Procedimento:
Preparate la pasta impastando la farina, lo zucchero e la vanillina con lo strutto. Aggiungere acqua a poco a poco e impastate fino a che otterrete una pasta liscia e non troppo molle.
Coprite con la pellicola trasparente e e mettetela in frigo per 1 ora.
Nel frattempo preparate la farcia:
Tostate le mandorle in forno . Tritatele finemente aiutandovi con qualche cucchiaio di zucchero da utilizzare nella ricetta.
Montate gli albumi a neve e aggiungete lo zucchero a poco a poco sempre montando fino ad ottenere una meringa. Aggiungete il miele e la scorza di limone.
Versate nella meringa le mandorle tritate e la vanillina e mescolate per bene. Mettete da parte.
Stendete la pasta con la sfogliatrice lavorandola più volte. Ricavate delle sfoglie sottili al terzultimo numero della sfogliatrice.
Ricavatene dei dischi un poco più grandi della misura finale.
Prelevate 1 cucchiaino abbondante di farcia e formate una pallina. Adagiate sulla sfoglia . Coprite con un altro disco di sfoglia e fate aderire bene alla base della farcia premendo. Ritagliate con tagliapasta a fiore.
Per decorare nella maniera tradizionale utilizzate uno stecchino e con la punta decorate tutti i "petali" ad uno ad uno. Adagiate su teglia con carta da forno e cuocete a 120° C per circa 15 minuti.
Le copulettas devono rimanere molto chiare. Controlate comunque che siano bene asciutte anche nel fondo.
Una volta cotte preparate la ghiaccia:
Sbattete leggermente gli albumi per rompere la massa . Aggiungete a poco a poco lo zucchero a velo mescolando bene. Aggiungete zucchero a velo fino ado ottenere una glassa liscia ma abbastanza compatta.
Una volta raggiunta la consistenza Montate 2 -3 minuti per renderla più liscia e soda.
Finitura:
Spatolate con la ghiaccia le copulettas e decorate subito con palline argento e foglia oro.
Lasciate asciugare tutta la notte.

mercoledì 15 settembre 2010

FALAFEL CON VERDURE

Polpette di ceci medioorientali accompagnate da una salsa allo yogurt . La versione originale non prevede l'utilizzo di zucchina ma io ho voluto personalizzare la ricetta per renderle più soffici! La forma può essere sferica, ovale o schiacciata.
Ingredienti:

  • 500 gr di ceci secchi
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 zucchina
  • 100 gr di prezzemolo
  • 1 cucchiaino di semi di coriandolo
  • 1 cucchiaino di cumino
  • 1 cucchiaino di bicarbonato (più quello per acqua)
  • sale
  • peperoncino

Ingredienti per salsa allo yogurt:

  • 1 vasetto di yogurt naturale
  • 1 cucchiaio di erba cipollina
  • 1/4 di spicchio d'aglio
  • sale e pepe

Procedimento:

Mettete ammollo in acqua a cui avrete aggiunto 1 cucchiaio di bicarbonato i ceci per 24 ore circa. Passate 12 ore circa rimuovete la pelle ai ceci e mettete nuovamente a bagno per altre 12 ore.

Una volta superate le ore di ammollo grattuggiate tritate con un mixer i ceci e tutti gli altri ingredienti compreso la zucchina che avrete precedentemente grattuggiata e strizzata eliminando l'acqua.

Frullate fino ad ottenere un composto abbastanza sottile. Salate e pepate e coprite con la pellicola.

Sistemate in frigo per almeno 1 ora a riposare.

Nel frattempo preparate la salsa di accompagnamento. Frullate parte dello yogurt con gli altri ingredienti. Unite allo yogurt avanzato e lasciate in frigo fino all'utilizzo.

Prelevate l'impasto dal frigo e create delle polpette di medie dimensioni. Friggetele in olio profondo e molto caldo rigirando spesso fino a doratura forte.

Scolate su carta assorbente e servite ben calde accompagnate dalla salsa allo yogurt.

domenica 12 settembre 2010

Iginio Massari ....Azzera il prezzo di lancio.

Scrivo questo post per segnalarvi un'iniziativa davvero interessante!! Molti di voi conosceranno il pasticcere Iginio Massari e i suoi Panettoni speciali... In occasione del lancio di due nuove linee di piccola pasticceria ha pensato di fare decidere al consumatore il prezzo di acquisto online... Come??
Qui di seguito troverete delle informazioni in più e dei link da visitare per partecipare a questa inziativa !!
A partire da Lunedì 13 settembre appariranno i primi prodotti con una speciale operazione Fuori dal forno. Una possibilità in più per il consumatore, che desidera provare prodotti di qualità, di avvicinarsi alla pasticceria e abbassare il prezzo del prodotto stesso!
All'inzio della settimana apparirà sulla pagina FUORI DAL FORNO e durante i seguenti cinque giorni i consumatori, cliccando su "mi piace" e condividendo in Facebook , Twitter e online l'iniziativa, potranno abbassare il prezzo di lancio del prodotto. Il venerdì il dolce in questione viene "sfornato" e le prime 10 confezioni saranno acquistabile al prezzo prodotto dai consumatori....!!!

Quindi cosa aspettate?? Abbassiamo il prezzo!!

Profilo Facebook: Il panettone

venerdì 10 settembre 2010

TIRAMISU' ALLA LIQUIRIZIA

Ingredienti:

Per la crema:

  • 3 uova
  • 500 gr di mascarpone
  • 2 cucchiai di zucchero per ogni tuorlo
  • 200 ml di panna da montare
  • 2 cucchiai di rum

Per infuso alla liquirizia:

  • 600 gr di latte intero
  • 20 gr di liquirizia pura spezzettata
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiai di caffè ristretto

Per finitura:

  • Savoiardi
  • Cacao in polvere
  • Polvere di liquirizia pura

Procedimento:

Preparate l'infuso alla liquirizia. Scaldate il latte fino quasi ad ebollizzione. Spegnete il gas e aggiungete la liquirizia spezzettata e lo zucchero. Lasciate in infusione per almeno 1 ora mescoladno ogni tanto.

Nel frattempo preparate del caffè ristretto. Una volta preparata la prima tazzina di caffe versate il caffe appena preparato nel "vano" acqua della caffettiera e procedete come per fare un caffè normale. Ripetete l'operazione per 4 volte.

Aggiungete 2 cucchiai di caffè ristretto all'infuso alla liquirizia.

Preparate la crema al mascarpone. Montate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara e che fila. Aggiungete il rum e mescolate. Nel frattempo a parte montate gli albumi e la panna. Aggiungete gli albumi montati a neve al composto di uova senza smontare la massa.

Fate la stessa operazione con la panna.

Composizione del dolce:

Bagnate i savoiardi nell'infuso alla liquirizia tiepido. Sistemateli in una pirofila creando uno strato o nei bicchieri come ho fatto io.

Versate uno strato di crema al mascarpone e livellate bene. Spolverate con un pizzico di polvere di liquirizia aiutandovi con un colino a maglie strette. (attenzione ...la polvere di liquirizia non deve venire in contatto con l'umido e con acqua, quindi mani molto asciutte!!)

Procedete strato per strato allo stesso modo

Concludete con un bello strato di crema e spolverate con cacao in polvere a cui avrete aggiunto un poco di liquirizia pura in polvere e dei piccoli pezzetti di liquirizia dura che con l'umidità data dalla crema si trasformeranno in gocce morbide!

martedì 7 settembre 2010

MARMELLATA ..OPS CONFETTURA DI ZENZERO

...è una confettura di zenzero anche se effettivamente negli ingredienti ho messo limone quindi ...passatemi l'etichetta :-)
Ingredienti:
  • 600 gr di radice di zenzero già pilita
  • la buccia di 2 limoni
  • 150 gr di polpa di limone (circa 3 limoni)
  • 3 bicchieri d'acqua
  • 750 gr di zucchero
  • 1/2 busta di fruttapec 1/1

Procedimento:

Pelate lo zenzero e tagliatelo a cubetti da 5 mm. Versatelo in una pentola con acqua e fate bollire per 10 minuti. Scolatelo e ripetete l'operazione per 3 - 4 volte sempre cambiando l'acqua di cottura.

Nel frattempo preparate la polpa e la scorza di limone. Pelate 2 limoni e riducete la scorza in filetti sottili. Fateli bollire per 5 minuti. Cambiate l'acqua e ripetete per 3 volte almeno in modo tale da fargli perdere tutto l'amaro.

Preparate la polpa di limone. Pelate a vivo il limone e con coltello affilato prelevate solo i filetti senza bianco. Pesatene 150 gr e mettete da parte.

Una volta che lo zenzero e la scorza di limone sono pronti scolateli e versateli in una pentola. Aggiungete la polpa di limone ridotta a pezzetti, il fruttapec e l'acqua. Mescolate a freddo e portate ad ebollizione. Aggiungete lo zucchero e fate cuocere fino a che la confettura non inzia ad addensare. Circa 30 minuti. Questa confettura da calda risulta molto "liscia" quindi usate la prova prova piattino per regolarvi.

Versate calda nei barattoli e come già spiegato ribaltate per alcuni minuti e procedete con la 2° sterilizzazione in pentola spiegata in altri post.

P.S. Confettura insolita che mi è piaciuta molto da subito. IL gusto inconfondibile dello zenzero smorzato da note di limone.

CONFETTURA "FUEGO"

Ingredienti:
  • 500 gr di peperoncini piccanti puliti
  • 300 gr di peperoni rossi
  • 700 gr di zucchero
  • 1 bicchiere di aceto rosso

Procedimento:

INDOSSATE I GUANTI ....Tagliate i peperoncini e privateli del picciolo e dei semi. Tagliateli a cubetti piccoli. Versateli in una ciotola e aggiungete lo zucchero e l'aceto e fate macerare per 6 ore.

Prima di iniziare a preparare la confettura pulite e tagliate anche i peperoni a cubettini e teneteli da parte. Versate tutti gli ingredienti in una pentola a fondo alto e fate cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti /1 ora. Quando la confettura inizia ad addensarsi passate al mixer il composto in modo da ottenere una confettura più liscia. Lasciate cuocere ancora qualche minuto e poi versate il composto caldo nei barattoli. Capovolgete per alcuni minuti e procedete alla 2° sterilizzazione . Riempite una pentola di acqua e posizionate i barattoli all'interno (l'acqua dovrà superare il livello dei tappi). Portate ad ebollizione e fate bollire per 30 minuti. Lasciate freddare nella pentola. Una volta freddi controllate che il barattolo sia in pressione toccando il tappo. Se in coperchio fa clic clac svitate e ripetete l'operazione con un nuovo tappo!!

P.S. Questa è una confettura molto forte. Il sapore dipende anche dal tipo di peperoncini utilizzati! Io ho usato quelli a goccia che si utilizzano per preparazioni ripiene. Se volete una confettura più delicata diminuite il peso dei peperoncini e aumentate quello dei peperoni.

Indicaa per formaggi e carne! Da usare con cautela!

CONFETTURA DI CIPOLLE DI TROPEA

Ingredienti:
  • 1 kg di cipolle di tropea pulite
  • 600 gr di zucchero
  • 1 bicchiere di aceto balsamico
  • 1 bicchiere di rum
  • 1 bicchiere di acqua
  • 2 cucchiai di uvetta sultanina
  • 1/2 busta di pectina (fruttapec)
  • 2 chiodi di garofano
  • Foglie di alloro

Procedimento:

Tagliare le cipolle a giulienne molto sottile e sistemarle in una ciotola. Aggiungere lo zucchero, il rum, l'aceto, l'acqua e le spezie e lasciate macerare per almeno 6 ore.

Superato il tempo di macerazione versate il composto in una pentola con fondo spesso. Aggiungete l'uvetta sultanina precedentemente ammollata e sminuzzata e fruttapec. Portate sul fuoco e fate cuocere a fuoco lento per circa 20 minuti. Una volta che la marmellata sta iniziando ad addensare frullate con il mixer ad immersione metà del composto e rimettete il tutto sul fuoco ancora qualche minuto. Fate la prova piattino per ottenere la consistenza desiderata.

Versate nei barattoli ben puliti, chiudete il barattolo e ribaltatelo per qualche minuto. Nel frattempo preparate una pentola con acqua per la 2° sterilizzazione e inserite all'interno i barattoli. L'acqua dovrà coprire completamente anche i coperchi. Portate sul fuoco e fate bollire per 30 minuti. Spegnete e lasciate freddare nell'acqua. Controllate che una volta freddi i barattoli siano sotto pressione toccando il coperchio. Conservate il luogo fresco e buio per massimo 12 mesi.

P.S. Ho utilizzato metà dose fruttapec per darmi una giusta consistenza dato che le cipolle non legano molto!

E' una confettura ottima per accompagnare carne e formaggi.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile.Infine è vietata la riproduzione dei contenuti di questo blog, senza l'autorizzazione dell'autore.
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget