venerdì 7 ottobre 2011

CROSTATA 1920








Dopo una piccola assenza eccomi qui con una ricetta antica e semplice che mi è stata gentilmente donata da Matteo di Fuoco d'artificio.
E' una crostata friabile con una farcia di cioccolato fondente, mandorle e zucchero , profumata di rum dopo la cottura.
E' un dolce autunnale ma che a mio parere è davvero troppo dolce ( e io amo i dolci davvero dolci) ! 
Qui vi inserisco la ricetta originale e poi una mia modifica meno dolce!

Ingredienti per una tortiera da 26 cm

Per la frolla:
  • 500 gr di farina debole (per biscotti -dolci)
  • 200 gr di zucchero semolato (per semplificare potete usare zucchero a velo)
  • 150 gr di burro
  • 1 uovo grande "L"
  • 3 tuorli
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
Per la farcia: (versione originale)
  • 250 gr di mandorle pelate e tritate grossolanamente
  • 250 gr di cioccolato fondente
  • 250 gr di zucchero semolato
  • 50 gr circa di burro 
  •  
  • 1/2 bicchiere di rum 
Per la farcia (mia versione):
  • 300 gr di mandorle pelate e tritate grossolanamente
  • 300 gr di cioccolato fondente
  • 100 gr di zucchero semolato
  • La scorza grattugiata di una arancia
  • 50 gr circa di burro 
  • 1/2 bicchiere di rum 
Procedimento:

Preparate la frolla lavorando l'uovo e i tuorli con lo zucchero fino a renderli chiari e sciogliere completamente lo zucchero (se usate zucchero a velo potete saltare questa fase). Aggiungete la farina setacciata , il lievito e impastate (con la foglia se usate l'impastatrice). Inserite il burrro morbido a pezzetti e continuate ad impastare con la foglia dell'impastatrice o a mano fino ad ottenere un composto morbido ben omogeneo. (Se l'impasto risulta troppo asciutto e non omogeneo aggiungete un albume)

Date la forma a palla e coprite con la pellicola. Sistemate in frigo per almeno 30 minuti.
Nel frattempo preparate la farcia :
Tritate non troppo finemente il cioccolato fondente con il coltello. In una ciotola miscelate il cioccolato tritato, lo zucchero e le mandorle pelate e tritate grossolanamente (se usate l amia versione aggiungete anche la scorza di arancia). 

Prelevate la pasta frolla dal frigo e maneggiatela un poco per farle riprendere "elasticita". Stendetela allo spessore di 4-5 mm sul piano infarinato aiutandovi con un mattarello. 
Foderate la tortiera (da 26 cm meglio se con anello)  lasciando i bordi alti e fate aderire per bene alla teglia.
Se non riuscite a tenderla per bene sul piano potete sempre stenderla direttamente in teglia con le mani.
Bucherellate il fondo della frolla con una forchetta e versate sopra la farcia.
Livellate e successivamente rifilate i bordi della frolla 4 -5 mm più in alto del livello della farcia. 

"Ricoprite" la superficie del dolce con fettine di burro e infornate a 180 °C per 35-45 minuti circa. La frolla dovrà apparire di un bel colore dorato (come da foto) e la superficie leggermente dorata.
Sfornatela e atttendete 5 minuti circa.
Superati i 5 minuti irrorate lentamente tutta la superficie in prossimità della farcia con il rum.
Il rum toccando la farcia penetrerà per pochi mm e contemporaneamente evaporerà "friggendo".
Lasciate freddare completamente e successivamente toglietela dalla tortiera e servite.

Come finitura si potrebbe usare dello zucchero a velo (ma se usate la ricetta originale non fatelo) o miele o gelatina neutra per lucidare.

7 commenti:

giulia pignatelli ha detto...

Bellissima crostata... vedo che hai tolto molto zucchero, quindi era davvero troppo dolce ;))))

Marta ha detto...

oltre che stupenda mi pare buonissima :)

Stefania ha detto...

E' un capolavoro, bellissima
ciao

pinapranzo ha detto...

sei sempre fantastico ,i tuoi dolci mi emozionano

ROBERTO ha detto...

Grazieee!!
Giulia : e si..poteva andare bene nel 1920 in carestia e con il freddo ma ora secondo me no :-)
Marta , Stefania : Grazie mille gentilissime!
Pina : Sei troppo gentile tu mi emozioni con questi complimenti :-)

Federica - Pan di Ramerino ha detto...

Ma che squisitezza!!
Nel frattempo ti invito a partecipare al mio nuovo contest sulla cucina toscana! Ti lascio il link: http://pandiramerino.blogspot.com/2011/10/la-toscana-nel-piatto-il-mio-nuovo.html
Ti aspetto!!

Una italiana senza servitù ha detto...

Veramente veramente complimenti, non c'è una ricetta che non mi piace. Delle presentazioni fantastiche! Ciao ^_^

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile.Infine è vietata la riproduzione dei contenuti di questo blog, senza l'autorizzazione dell'autore.
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget