mercoledì 2 luglio 2008

GHEE

Dall' INDIA in ITALIA...... Il Ghee in cucina....... Il Ghee è un ottimo grasso per cucinare, tiene bene le alte temperature e non brucia come il burro. Infatti, ha uno “smoke point” (temperatura a cui brucia) che si aggira sui 190.5°C (il burro = 176.6°C). Anche nella cucina Ayurvedica è considerato un elisir di lunga vita e di giovinezza. Preparato e utilizzato in modo corretto rafforza gli organi della digestione e rende i cibi più digeribili, conferendo loro un sapore più intenso senza alterarne il contenuto in vitamine e sostanze nutritive. Inoltre il Ghee è il mezzo ideale per favorire l’assorbimento da parte dell’organismo di vitamine liposolubili, minerali e oligoelementi. Esistono numerose e gustose ricette a base di Ghee. Va molto bene per friggere…decisamente da preferire rispetto agli oli di semi ricchi di acidi grassi polinsaturi, che con le alte temperature si frammentano facilmente in pericolosi radicali liberi. Altro che oli sani per il cuore!
Ingredienti:
  • 500 gr di burro

Preparazione:

Mettete il burro nella casseruola, a pezzi da 100gr. Sciogliere a fuoco moderato regolando la fiamma e assicurandosi cche il burro si squagli lentamente e non sfigoli o annerisca. Quando il burro e sciolto, alzate il fuoco e portarlo a ebollizione.
Appena la superficie è coperta di schiuma, mescolare delicatamente e abbassare la fiamma al minimo.Lasciare sobbollire indisturbato, per almeno un ora senza coprire, finchè le proteine solide e gelatinose si sedimentino sul fondo della pentola passando da un colore bianco a un colore dorato, e la sottile crosticina sulla superficie del ghee quasi immobile diventi trasparente.
Con la schiumarola togliere la crosticina sottile formatasi sul ghee trasferila nel barattolo piccolo e mettere da parte.A questo punto osservare il colore e la fragranza del ghee trasparente: se i solidi del fondo della pentola sono piu' scuri che dorati, se il profumo è intenso o il colore è scuro, come l'olio di sesamo tostato, il burro è stato cotto troppo oppure il calore era troppo eccessivo, in questo caso consiglerei di scartare i solidi.I ghee si può utilizzare ugualmente, ma la prossima volta cercate di regolare meglio la temperatura o il tempo di cottura

6 commenti:

dolcienonsolo ha detto...

Roberto: ciao sono andata a vedere le tue torta...che dire meravigliose, sei bravissimo!

Anonimo ha detto...

ho sempre voluto provare a farlo e questa mi sembra un ottima spiegazione per provarci...grazie.

ROBERTO ha detto...

grazie mille a tutti passate spesso da qui...ciao ciao a tutti!!!!

polpetta ha detto...

si ma è del semplice burro chiarificato questo???

Anonimo ha detto...

si ma questo è del semplice burro chiarificato??? però non sapevo che si chiamava anche ghee

ROBERTO ha detto...

Si Marco è un burro chiarificato utilizzato nella cucina indiana!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile.Infine è vietata la riproduzione dei contenuti di questo blog, senza l'autorizzazione dell'autore.
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget