giovedì 2 giugno 2011

GALLETTINAS (BISCOTTO SARDO)




Vi ricordo che il mio contest culinario scadrà il 30 giugno 2011. Potete visionare il regolamento QUI!!!
Ecco le diffussime gallettine sarde! Hanno accompagnato la mia infanzia e forse troppo in ritardo mi sono accorto che non avevo ancora presentato la ricetta! Sono dei biscotti molto soffici, fragranti che si sciolgono in bocca e si accompagnano con tutto! Li potete utilizzare anche per preparare la zuppa inglese o il tiramisù!!
Ingredienti:
  • 1 kg di farina fiore sardo di grano duro ( iltimamente sostituita con grano tenero 00)
  • 100 gr di strutto a temp. ambiente
  • 400 gr di zucchero
  • La scorza grattata di 2 limoni e 1 arancia
  • 250 gr di latte intero
  • 5 uova
  • 2 bustine di lievito per dolci
  • 25 gr di ammoniaca per dolci
Per la finitura :
  • 2 albumi
  • Zucchero semolato Q.B.
Procedimento:
Miscelate tutti gli ingredienti ad eccezione dell'amoniaca e del lievito dentro una ciotola. Aggiungete gradatamente il latte ed impastate (conservate poco latte per sciogliere l'ammoniaca). Quando la pasta sarà ben amalgamata aggiungete il latte con l'ammoniaca e il lievito e impastate ancora. Dovrete ottenere un'impasto simile alla frolla ma molto più morbido ( se necessario aggiungete qualche cucchiaio di latte)!!
Lasciate riposare la pasta una decina di minuti e procedete alla formatura.
Spolverate il piano con abbondante farina e stendete la pasta ad uno spessore di 8-10 mm. Tagliate le gallettine con il tagliapasta (l'originale è a forma rettangolare con le estremità semicircolari).
Spalmate con poco albume la superficie del biscotto e ribaltatelo nello zucchero (facendo attenzione che lo zucchero non sporchi anche la parte priva di albume), prendetelo e sistematelo su una placca da forno foderata di carta forno.
Procedete allo stesso modo fino ad aver concluso la pasta.
Infornate a 180 °C forno statico per circa 15- 20 minuti (regolatevi a secondo del forno).
Dovrete ottenere dei biscotti gonfi e abbastanza larghi e leggermete dorati in superficie.
Lasciateli freddare e conservate in barattolo di latta o chiusi in un sacchetto.

7 commenti:

Fra ha detto...

sono davvero buonissime... le ho mangiate solo una volta ma me ne ricordo il sapore! Li proverò.
Grazie

meris ha detto...

Ciao, piacere di conoscerti. Ti ho scoperto per caso...mi piace molto il tuo blo. Ciao, buon WE.
Vieni e partecipa al mio contest sul cioccolato, mi farebbe davvero piacere.

gigetta/stufetta ha detto...

ciao Roberto! uff volevo fare questa ricetta per il tuo ContestMYART ma purtroppo si è rotto il forno adesso sbircio qualche ricetta senza l'utilizzo del forno!ciao

ROBERTO ha detto...

Fra: Grazie a te fammi sapere!
Meris : piacere mio, non è mai troppo tardi :-)
Gigetta: cavolacci ...e comunque hai ancora tempo!! In ogni caso riusciresti a rimanere senza forno a lungo? Aiuto :-)
Comunque ci sono tante ricette senza forno :-P

Lucia ha detto...

Questi li ho provati, li ha fatti apposta per me la signora Caterina un dolcissima e gentilissima signora di Alghero (piccola l'Italia ;P)Che buoni!! Dovrò decidermi a rifarli. Ciao

Michela Pelamatti ha detto...

Ciao Roberto, ho provato a fare le tue gallette, molto buone davvero, complimenti.
Una sola cosa: l'impasto era molle, l'ho spremuto dalla tasca da pasticceria, sarebbe stato impossibile stenderlo. Ho sbagliato qualcosa? Devo mettere meno liquidi?
Grazie e complimenti per il blog, è bellissimo, sia le ricette che le fotografie.
Ciao

ROBERTO ha detto...

Grazie Michela! Allora dipende dalla farina usata, e inoltre il latte conviene sempre versarlo poco alla volta fino alla giusta consistenza. Nonostante queste premesse avresti ovviato alla consistenza troppo lenta facendo riposare la pasta per una ventina di minuti. Riprova in questo modo e fammi sapere! :)

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile.Infine è vietata la riproduzione dei contenuti di questo blog, senza l'autorizzazione dell'autore.
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget