domenica 30 agosto 2009

CHEES CAKE AI FRUTTI DI BOSCO - MONOPORZIONE

Ingredienti:
  • 200 gr di formaggio morbido tipo philadelphia
  • 300 ml di panna
  • 50 gr di zucchero
  • La scorza grattuggiata di un limone
  • 200 gr biscotti al cacao
  • 30 gr di corn flakes
  • 1 tazzian di caffè ristretto
  • 2 cucchiai di cacao in polvere
  • 200 gr di burro
  • cannella in polvere
  • 250 gr di frutti di bosco congelati
  • 60 gr di zucchero
  • il succo di 1 limone
  • succo di arancia
  • 3 fogli di colla di pesce

Procediamento:

Versate i frutti di bosco in una terrina aggiungete lo zucchero e il limone mescolate e lasciate scongelare così.

Tritare bene i biscotti insieme ai corn flakes, versarli in una ciotola e miscelate con cannella in polvere, il caffè e il cacao. Fondere il burro a fuoco lento ed aggiungere alla farina di biscotti mescolando bene. Si dovrà ottenere un composto leggermente umido che che tenda a compattarsi se pressato. Versare il composto su un cerchio da torta dove avrete sistemato precedemente un anello per torte oppure come ho fatto io utilizzate degli anelli creati con acetato per dolci aiutandovi per formare con un coppapasta. Livellare il composto e pressate con un cucchiaio in tutta la superficie. Formate uno strato di 1,5 in caso di un unico dolce o meno di 1 cm se sono monoporzioni come in questo caso. Posizionate nel frigo. Nel frattempo lavorare il fomaggio con lo zucchero per alcuni minuti fino a che non si otterà una crema densa e liscia. Aggiungere la scorza di limone e mescolare ancora. A parte montate la panna e aggiungetela al composto dal basso verso l'alto senza smontarlo. Vesratelo sopra la base di biscotto e livellatene la superficie. Posizionate nel frigo per almeno un'ora.

Nel frattempo scolate i frutti di bosco e conservate il succo che viene fuori e aggiungeteci del succo di arancia se necessario.

Preparate la gelatina di frutti di bosco. Ammollate la gelatina in acqua fredda. Scaldate 250 ml di succo di frutti e aggiungeteci la colla di pesce precedentemente ammollata. Miscelate bene e lasciate che la gelatina sfreddando si condensi un pò.

Se volete creare una parte di gelatina e una di frutti come ho fatto io posizionate una strisciolina di acetato sulla superficie dei dolcetti o del dolce in modo da creare una mezzaluna facendo attenzione di affondare leggermente nella crema di formaggio. Versate la gelatina quando questa sarà abbastanza densa in modo tale che non scivoli via dagli argini creati con l'acetato. Posizionate in frigo e lasciate riposare 2 o 3 ore.

Prelevate dal frigo e delicatamente eliminate la strisciolina di acetato facendo attenzione a non "strappare la gelatina". Sistemate i frutti di bosco nella parte senza gelatina in modo che seguano le curve del dolce e successivamente eliminate delicatamente il cerchio di acetato. Lasciate ancora in frigo per 1 ora almeno e poi serivite.

lunedì 24 agosto 2009

PANELLE SICILIANE

Ingredienti:
  • 250 gr di farina di ceci
  • 750 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 mazzetto di prezzemolo tritato
  • 1/2 cucchiaino di pepe nero
  • olio per friggere
  • Limone
Procedimento: Portare ad ebollizione l'acqua con sale e pepe. Versate a pioggia la farina di ceci mescolando in continuazione. Cuocere sempre mescolando per alcuni minuti come si fa per la polenta. Aspettate che il composto tenda a staccarsi dalle pareti del tegame e prima della fine della cottura aggiungete il prezzemolo tritato.. Una volta raggiunta la giusta consistenza versate il composto in una lattina di olio unta, alla quale avrete tolto il coperchio. Lasciate freddare bene per alcune ore. Rovesciate il cilindro su un tagliere e affettatelo in fette di circa un cm. Friggette le panelle in olio caldo. Servite nel pane con sale e una spruzzata di limone. Io ho preparato il pane utilizzando la ricetta del DANUBIO senza farcirlo e facendo delle pagnotte da 60 gr .

sabato 22 agosto 2009

SAPA DI FICO D'INDIA

Succo di fico d'india dopo i primi 30 minuti di cottura
Ingredienti:
  • 5 kg di fichi d'india
  • La scorza di due arance
  • Fiori di finocchietto selvatico fresco
Procedimento: Sbucciare i fichi d'india. Spremerli con le mani in una ciotola. Versare il tutto in una pentola capiente e cuocere per 30 minuti. Superati i 30 minuti filtrare con una garza grande spremendo la polpa per fare uscire tutto il succo contenuto. Versare il succo di nuovo nella pentola, aggiungere la scorza di arancia e i fiori di finocchietto. Lasciate cuocere a fuoco lentissimo fino a che il liquido non si addensa. Si ridurra a un quinto e ci vorranno da 4 a 6 ore. Otterrete ul liquido denso e scuro e molto dolce. Una volta pronto imbottigliate e sigillate. Conservate in luogo fresco. La sapa di fichi d'india viene utilizzata come la sapa di mosto per molti dolci Sardi.

giovedì 20 agosto 2009

SEADAS - SEBADAS - SEVADAS sono sempre loro.....

Ingredienti:

Per la sfoglia:
  • 1 kg di semola rimacinata di grano duro o (500 farina 00 e 500 semola rimacinata)
  • 180 gr di strutto
  • Acqua q.b.
  • Un pizzico di sale
Per il ripieno:
  • 1 kg di formaggio pecorino fresco non salato (lasciato inacidire per 2 gg)
  • la buccia di due limoni grattugiata
Procedimento:

La sera prima preparare la pasta impastando la farina con lo strutto, il sale e un poco di acqua. Lavorate fino ad ottenere un impasto della consistenza della pasta fresca. Coprite con pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo tutta la notte. La mattina seguente: Tagliate il formaggio a piccoli qubetti e sistemateli in un tegame antiaderente e fate fondere a fuoco bassissimo. Mescolate di tanto in tanto e quando il formaggio sarà fuso aggiungete la scorza di limone mescolando bene. Il formaggio rilascerà molto siero. Eliminate il siero dal tegame versandolo in una ciotola e conservatelo. Versate velocemente la massa di formaggio su un piano e con un mestolo allargatela fino a formare una "pizza" di spessore di circa 6-7 mm. Lasciate freddare un poco e successivamente ritagliate con il coppapasta tanti cerchi. Prelevate i ritagli di formaggio e rimetteteli nel tegame a fondere aggiungendo il siero che avete conservato precedentemente. Ripetete l'operazione. Nel frattempo stendete la pasta con la nonnapapera ripiegandola più volte in modo da lavorarla bene. Preparate delle sfoglie lunghe e larghe. Disponete sulla prima sfoglia il disco di formaggio, coprite con la seconda sfoglia facendo aderire bene la pasta al formaggio e alla pasta sottostante cercando di fare fuoriuscire l'aria. Una volta sigillato bene ritagliate con il coppapasta seghettato per seadas o con una rotella dentata. Congelatele separandole con della carta da forno. Per la cottura: Scaldate un dito di olio e sistemate la seadas. Con un cucchiaio con un movimento continuo irrorate di olio caldo la superficie della seadas fino a cottura. Servite con miele o con zucchero. Mangiatela molto calda.

martedì 18 agosto 2009

FRISELLE DA ROBERTO POTITO A ROBERTO MURGIA......:-)

Questa ricetta è una ricetta di Roberto Potito...anche se in realtà ho apportato alcune modifiche sempre per sperimentare... La ricetta originale al trovate qui!
Ingredienti:
  • 500 gr di semolato rimacinato di grano duro
  • 500 gr di farina integrale
  • 5 gr di lievito di birra
  • Acqua minerale
  • 20 gr di sale
  • 2 cucchiai di olio e.v.
Procedimento:
Due giorni prima preparate il lievito sciogliendo il lievito di birra in 80 gr di acqua minerale e miscelatela a 80 gr di farina integrale. Coprite il contenitore e lasciate maturare per 2 gg. La notte prima dello scadere del termine preparate una massa autolitica. Versate in una terrina i 500 gr di semolato e acqua minerale fino a formare una pastella morbida. Aggiungete a questa la punta di un cucchiaino da te del lievito preparato 2 gg prima. Coprite con un panno e lasciate riposare tutta la notte. Mattina seguente: La mattina presto aggiungete alla massa autolitica il lievito, e la farina integrale. Impastate aggiungendo acqua se necessaria fino ad ottenere un impasto morbido ma non troppo. Lavorate alcuni minuti con i pugni. Aggiungete l'olio e lavorate ancora. Infine aggiungete il sale e lavorate ancora bene con i pugni. Spostate l'impasto sulla spianatoia e impastate con le mani fino a rendere l'impasto chiaro, lucido, ed elastico. Sistemate in una terrina capiente unta di olio , ungete di olio anche la massa e comprite. Lasciate lievitare in luogo tiepido per due ore almeno. Prelevate l'impasto e porzionatelo in pezzi da 120-130 gr di pasta. Una volta sporzionato formate tanti piccoli filoncini lunghi circa 20-25 cm e con 2, 3 cm di diametro. A questo punto potete decidere che forma dare alle vostre friselle. Le forme più utilizzate sono la ciambella e la spirale. Io ho fatto la ciambella anche se sbagliando ho fatto filoncini troppo spessi che in cottura hanno completamente annullato il foro, quindi se optate per le ciambelle abbiate cura di lasciare un foro interno di almeno 4-5 cm. Posizionate in un cesto con panno infarinato e lasciate lievitare per 1 ora circa. Preparate il forno a 220 °C e infornate le friselle dopo averle spennellate con acqua. A leggera cottura prelevate dal fuoco e dividete in due le ciambelle utilizzando uno spago da cucina o un coltello. Sistemate tutte le friselle nella teglia e ripassate in fuoco a 160°C circa per 30 o più minuti. Fate in modo che le friselle assumano un colore leggermente dorato e diventino completamente asciutte e croccanti. Prima di assaporarle inummiditele leggermente e versateci sopra un abella caponata di pomodori freschi, basilico, sale olio e pepe.... e buon Appetito...!!

venerdì 14 agosto 2009

MANTOVANINE - PASTADURE

Ingredienti: Per il lievitino:
  • 250 gr di farina manitoba
  • 1 gr di lievito
  • 200 gr di acqua tiepida
Per l'impasto:
  • 500 gr di farina manitoba
  • 1 cucchiano di malto
  • 1 cucchiaio di strutto o 40 gr di olio di oliva
  • 150 gr di acqua
  • 3 cucchiaini di sale
  • Il lievitino
Procedimento: La sera prima verso le 18 preparare il lievitino impastando velocemente gli ingredienti. Coprire con la pellicola trasparente e lasciale lievitare fino alle 20. Aggiungere al lievitino la farina, l'acqua piano piano, il malto e olio. Impastare se avete un'impastatrice a velocità uno per 10 minuti. Aggiungete il sale e continuare ad impastare fino ac he l'impasto non è incordato. Se impastate a mano impastate bene con i pugni per 15 minuti. Aggiungete il sale e impastate ancora. Successivamente sbattete ripetutamente l'impasto su un aspianatoia per renderlo elastico per almeno 15 minuti. Se utilizzate l'impastatrice potete sbattere l'impasto sulla spianatoia solo alcune volte. Chiudere l'impasto a palla e posizionare in una ciotola capiente. Coprite con pellicola trasparente e lasciare lievitare tutta la notte. La mattina prelevare l'impasto e dividerlo in tanti pezzi da 70 gr. stendete i pezzi con la spianatoia e piegate a tre come si usa fare per la pasta sfoglia. Ripassate la pasta nel verso opposto. ripetere l'operazione più volte. Io ho ripassato per 5 volte. Raggiunto il numero di volte desiderate stendete in lunghe strisce piegatele nel senso della lunghezza e tiratele nuovamente con la sfogliatrice ottenendo una sfoglia di 2-3 mm. Arrotolatele strette tirando leggermente la sfoglia. Posizionate con la chiusura sotto in un cesto con un canovaccio infarinato e lasciare lievitare fino al raddoppio. Scaldare il forno a 200-250 °C. Posizionare le mantovanine in una palcca da forno calda praticare un taglio longitudinale e infornare. Dopo circa 5 minuti aprire il forno e praticare una seconda incisione longitudinale. Spennellare con acqua. Continuare la cottura per 15-20 minuti circa.

martedì 4 agosto 2009

PANE ARABO NAAN

Ingredienti:
  • 350 gr di farina 00 per pane
  • 120 gr di acqua tiepida
  • 125 gr di yougurt naturale
  • 12 gr di birra lievito fresco
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 2 cucchiai di olio
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di miele
Procedimento: Versare nell'acqua tiepida il lievito, lo zucchero e il miele e miscelare fino a che tutto sia ben sciolto. A parte miscelare la farina con il sale, il bicarbonato, l'olio. Aggiungere la soluzione di lievito e impastare. Successivamente aggiungere lo yogurt che avrete fatto stemperare a temperatura ambiente per 1 ora almeno. Impastare tutto per bene lavorando leggermente la pasta che risuclterà abbastanza morbiada e appiccicosa.come si fa per il pane. Impastare sbattendo l'impasto su un piano per alcuni minuti. Sistemare l'impasto in una ciotola, ungererlo di olio e coprirlo con della pellicola trasparente. Lasciare che lieviti fino al raddoppio. (2 ORE CIRCA) Una volta che la pasta e ben lievitata prelevarne dei pezzi di circa 70 gr e formare tante piccole pagnotte, posizionarle nel piano leggermente unto di olio e lasciarle lievitare 1 ora coperte con della pellicola trasparente un modo tale che non si formi la crosticina. Stendere le pagnotte ad una ad una con il mattarello ottenendo una sfoglia ovale spessa circa 4 mm. Scaldare una padella di acciaio fino a renderla molto calda. Inumidire la sfoglia di pasta e posizionarla con la parte appena inumidita sulla superficie della padella. Il pane lieviterà sulla piantra formando prima alcune bolle. A questo punto ribaltare la padella e tenendola in pano fate dorare sulla fiamma il pane. Video di cottura. Prelevare dalla piastra e ungere immediatamente di Ghee o di burro fuso. Posizionare uno sopra l'altro e coprire con un telo. PREPARAZIONE TRADIZIONALE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile.Infine è vietata la riproduzione dei contenuti di questo blog, senza l'autorizzazione dell'autore.
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget