martedì 30 settembre 2008

PIZZOCCHERI ALLA VALTELLINESE

Ingredienti:
Per la pasta
  • 300 gr di farina integrale di grano saraceno
  • 200 gr di farina 00 di grano tenero
  • acqua
  • Sale

Per il condimento:

  • 250 gr di patate
  • 200 gr di verza, o coste
  • 200 gr di formaggio a dadini
  • 150 gr di burro
  • Alcune foglie di salvia

Procedimento:

Miscelare le due farine con il sale e l'acqua e impastare bene . L'impasto deve risultare duro. Standere la pasta in una sfoglia di 3 millimetri e tagliare delle strisce larghe 1 cm e lunghe 6-7 cm.

Preparare il condimento tagliando la verza a striscioline e le patate a qubetti. Bollire le verdure in una pentola con acqua salata per alcuni minuti versando per primo le verze e poi le patate. Una volta cotte versare i pizzoccheri e lasciare cuocere per 10 minuti circa. Nel frattempo sciogliere il burro e fateci soffriggere le foglie di salvia. Scolare la pasta e versarla in una ciotola alternando i pizzoccheri e il formaggio a cubetti. Finire con il burro fuso versandolo sopra.

Servire caldi.

Io ho comprato una farina che forse non erà il massimo perchè era macinata a pietra ma era troppo crossa e quindi mi ha dato qualche problema nel stenderla perchè si strappava un pò.

lunedì 29 settembre 2008

MUFFIN GERME DI GRANO E LIMONE

Ingredienti:
  • 175 gr di burro fuso
  • 200 gr di zucchero
  • 2 uova grandi
  • 100 gr di germe di grano
  • 275 gr di farina 00
  • 3/4 di bustina di lievito
  • La scorza grattuggiata di tre limoni
  • 250 ml di latte
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di bicarbonato di sodio
  • 1 pizzico di noce moscata

Procedimento:

Lavorare le uova con lo zucchero. Aggiungere gli aromi, il burro fuso, la farina e mescolare aggiungendo il latte. Aggiungere il sale, e il bicarbonato ed in ultimo il lievito.

Riempire 3/4 dei pirottini e infornare in forno caldo a 180°C per 20 minuti circa.

Sfornare e spennellare caldi di burro fuso spolverando in ultimo con lo zucchero. Passare alcuni minuti sotto il grill e lasciare caramellare un pò.

sabato 27 settembre 2008

PANE PATATE E ROSMARINO CON LIEVITO MADRE

Il primo lavoro dell'impastatrice... Un pane ottimo profumato e con mollica morbida e molto alveolata e crosta sottile ma croccante.
Ingredienti:
  • 500 gr si farina di grano duro
  • 250 gr di semola rimacinata
  • 225 gr di lievito madre
  • 1/2 cucchiaino di malto
  • 350 g di patate bollite e ridotte in purea
  • Rosmarino
  • 3 cucchiaini di sale

Procedimento:

Sciogliere il lievito madre in un pò di acqua tiepida, aggiungere la farina e il malto e impastare con l'impastatrice a volocità 2, aggiungendo pian piano il purè di patate e il rosmarino. Impastare aggiungendo piano piano acqua tiepida per almeno 10 minuti. Prelevare l'impasto dall'impastatrice ed impastare per alcu ni minuti a mano. L'impasto dovrà risultare elasto e morbido. Mettere in una ciotola coperta al caldo e lasciare lievitare per almeno 3 ore.

Superate le tre ore mettete l'impasto sulla spianatoia e date la forma al pane dividendo a piacere l'impasto . Io ho fatto un unico pane dando due giri di piege all'impasto e dando una forma allungata. Infarinare un telo con della semola rimacinate all'interno di un cesto e posizionare la pagnotta facendo in modo che questa durante la lievitazione non si allarghi. Coprire e lasciare lievitare almeno 2 e comunque fino al raddoppio.

Infornare a 250 °C per i primi 35 minuti con tanto vapore fatto gettando acqua in una teglia nella base del forno, e succisamente a 200 per i restanti minuti.

BRETZEL

Ingredienti:
  • 500 di farina di grano tenero (300 gr di oo e 200 gr di manitoba)
  • 25 gr di lievito di birra
  • 15 gr di lievito madre
  • 1/2 cucchiaino di malto
  • 30 gr di burro
  • 2 cucchiaini di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 250 gr di acqua
  • Sale grosso
  • Soda caustica

Procedimento.:

Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida miscelare la farina, lo zucchero e il malto e impastare fino a rendere il composto liscio. Lasciare lievitare per 30 minuti. Superati i 30 minuti prendere l'impasto e aggiungere il burro ammorbidito e il sale impastando fino ad ottenere un composto morbido ma non appicicoso. Laciare lievitare fino al raddoppio.

Una volta che l'impasto è ben lievitato poggiarlo sulla spianatoia e prelevarne dei pezzi da 60-70 gr. Impastare leggermente e allungare come un grissino lasciando la parte centrale paffuta.

In questo link potete vederre bene la lavorazione:

http://it.youtube.com/watch?v=DHr4VGGS7Zo&feature=related

Metteteli a vievitare su una teglia per 30 minuti circa e poi metteli in frigo per 1 ora almeno.

Passato il tempo preparate una soluzione di soda al 3 % miscelando in una ciotola d'acciaio o vetro 30 gr di soda caustica e 1 litro di acqua fredda. Usate i guanti e attenti a pelle e occhi!!!

Immergete i bretzel nella soluzione per 20 secondi e prelevateli con una paletta o con i guanti spessi.

Poggiateli in una teglia con la carta da forno e praticate nella parte paffuta un taglio longitudinale e cospargete di sale grosso.

Infornate a 220 fino a che non scuriscono bene.

mercoledì 24 settembre 2008

CARDINALES




Ingredienti per 30 Cardinales:
  • 400 gr di farina 00
  • 400 gr di zucchero
  • 4 uova M
  • La scorza di un limone grattiggiata
  • 1 bicchierino di latte (150 g di latte)
  • 1 bicchierino di olio  di semi ( 150 g di olio)
  • 1 bustina di lievito
Ingredienti per la crema:
  • 100 gr di zucchero
  • 4/6 tuorli
  • 70 gr di farina
  • 1/2 litro di latte
  • 1 scorza di limone intera
  • Liquore alchermes per la composizione
Procedimento:
Lavorare i tuorli con lo zucchero con le fruste fino a rendere il composto chiaro e spumoso. Aggiungere la scorza di limone e l'olio. Aggiungere la farina al composto alternando con il latte fino ad incorporare bene tutta la farina. Miscelare al composto il lievito setacciato e aggiungere per ultimo dal basso verso l'alto gli albumi che avrete precedentemente montato a neve.
Sporzionate il composto nei pirottini di carta che avrete sistemato all'interno di altri pirottini di alluminio o in una teglia per muffin per evitare che si sformino.
Cuocere a 180 °C per 15/20 minuti e fino a doratura e lasciare rafreddare.
Nel frattempo preparete la crema .
Mettere a scaldare il latte con la scorza di limone. Lavorare i tuorni con lo zucchero. Aggiungere la farina al composto e miscelare bene. Versare il latte tiepido nel composto di uova e miscelare bene fino a rendere liscio il composto. Portare il tutto sul fuoco e lasciare cuocere a fuoco lendo menscolando con una frusta fino a che la crema non si è addensata.
Togliere dal fuoco e lasciare intiepidire coperta con un foglio di carta da forno.
Composizione:
Tagliare con un coltello affilato un cono dai dolcetti. Tenedo il coltello inclinato descrivere un cerchio. Prelevare i coni dai dolcetti e tenere da parte.
Bagnare i coni con l'alchermes fino a che diventano completamente rossi.
Versare la crema nei fori che avrete praticato sui dolcetti e spolverare con lo zuccgero a velo. Coprire tutti i dolcetti con il cappellino esercitando una leggera pressione.
Metteteli in frigo e lasciateli alcune ore per consentire alla crema di rassodare bene.

martedì 23 settembre 2008

CONCORSO FONZIES SONO TRA I 400!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ciao a tutti...volevo informarvi che ho partecipato al concorso di fonzies be original 2008 e la mia opera è stata scelta e inserita tra le 400 opere su internet per essere votata!!! Vi chiedo di votarmi..non è difficile!! Dovete andare in questo link e registrarvi http://account.mtv.it/user/create_user.aspx Vi arriverà una mail di notifica e dovrete confermare e fare il login poi andare nella home del sito di mtv : www.mtv.it e poi andare in fondo alla pagina a sx sul lin Fonzies be original oppure entrate da qua: http://www.mtv.it/editoriali/fonzies/index.asp cliccate su vota e si aprirà una pagina con le opere la mia si trova nella 3° pagina 4° riga ultimo disegno a dx. Cliccate su vota e compilate i campi...e votate!! Spero tanto che possiate votarmi Grazie tanto

domenica 21 settembre 2008

CIVRAXIU (PANE SARDO SEMOLATO E FIORE)




Ingredienti:
  • 500 gr di semolato sardo
  • 500 gr di farina fiore
  • 100 gr di lievito madre
  • acqua
Procedimento:
sciogliere il lievito madre  con poca acqua tiepida. aggiungere la farina e un pò di acqua dove avrete sciolto del sale. Impastate nella Civedda con i pugni fino a che la pasta n n presenta delle bolle (almento 40 mìnuti). Coprire la pasta che oramai sarà elastica con un panno e una coperta e lasciare riposare per 2 ore. Trascorso il tempo prelevate la pasta tagliatela con il coltello e pesate dei pezzi (500- 700 gr), impastate nuovamente e formate delle pagnotte ben chiuse sotto che metterete a lievitare per 1 ora in un cesto coperto con una tovaglia infarinata . Mettete la pagnotte molto vivine separandole con lembi di tovaglia in modo che lievitando non perdano la loro forma.
Infornate in forno a 250°C con vapore per almeno 40 minuti. A metà cottura coprite il pane con un foglio di carta stagnola per non far scurire troppo la crosta.
Una volta cotto lasciate freddare un un cesto. Se volete una crosta morbida coprite con un panno in modo che il vapore ammorbidisca la crosta.

DIPLOMATICO AL CAFFE' E CIOCCOLATO BIANCO

TORTA CON CREMA E PERE COTTE VINO E ZAFFERANO

TORTA DI CASU AXEDU GLASSATA AL MIELE DI CORBEZZOLO

Ingredienti:
  • 300 gr di farina 00
  • 300 gr di Casu axedu
  • 3 uova
  • 1 scorza di limone grattuggiata
  • 200 gr di zucchero
  • 1 bustina di lievito

Procedimento:

Lavorare i tourli con lo zucchero fino a renderli bianchi. Aggiungere la scorza di limone e il formaggio. Mescolare bene fino a rendere il composto liscio. Agiungere la farina e il lievito e in ultimo gli albumi motati a neve con un movimento dal basso verso l'alto. Versare il composto in una tortiera . Infornare in forno caldo 180 per circa 30 minuti.,

Una volta fredda spennellare la superficie con del miele di corbezzolo tiepido.!!

TILICAS DI SAPA





Ingredienti:
Per la pasta:
  • 1 kg di semola rimacinata di grano duro (o 500 g di semola e 500 g di granito )
  • 200 gr di strutto
  • 100 gr di zucchero
Per il ripieno:
  • 1 litro di sapa ( Mosto cotto)
  • 300 gr di mandorle sgusciate, tostate e tritate
  • 100 gr di semola fine
  • la buccia grattuggiata di due arance
  • 50 gr di miele
Procedimento:
Impastare la farina con lo zucchero e lo strutto aggiungendo poca acqua fino ad ottenere un composto licio e morbido. Coprire con pellicola e riporre in frigo per 30 minuti.
Preparare il ripieno: Mettere in una pentola la sapa con due bicchieri d'acqua e portare ad ebollizione. Aggiungere il miele, la buccia delle arance e sempre mescolando la farina di mandorle e la semola. Lasciare addensare sempre mescolando con un mestolo fino ad ottenere un composto simile alla polenta ma un pò piu morbida. Lasciare intiepidire fuori dal fuoco.
Nel frattempo standere la pasta con la macchima per la pasta fino ad ottenere delle sfoglie di 2 mm. Ritagliarecon la rotella dentata la pasta in strisce di 12-13 cm x 5. Riempire la sacca da pasticcere con il composto di sapa. Formare un cilindretto di composto sulla striscia di pasta, ripiegare su se stessa e poi dare la forma al dolcetto portando le due estremità verso il centro e unendole bene oppure avvolgendo a spirale.
Cuocere a 180 per 15 minuti circa. Attenzione la tilicas non devono prendere colore ma rimanere molto chiare.

PICCOLE PANADAS FRITTE PECORINO E MENTA

Ingredienti:
  • 300 gr di semola rimacinata di grano duro
  • 200 gr di farina 00
  • 60 gr di strutto
  • sale
  • acqua

Per il ripieno:

  • 200 gr di formaggio fresco di pecora
  • Alcune foglie di menta
  • Sale

Procedimento:

preparare la pasta miscelando strutto farina e impascando con l'aggiunta di acqua fino ad ottenere un impasto tipo pasta fresca.

Lasciate riposare in frico per 30 minuti.

Preparere il ripieno grattuggiando il formaggio e miscelandolo alle foglie di menta tritate. Insaporite con sale.

Stendete la pasta zpessa 3-4 mm ricavatene tanti cerchi di 10 cm e di 6-7 cm.

Preparete con il formaggio delle palline piccole posizionatele al centro del cerchio grande e poggiatevi sopra il cerchio piccole. Pizzicate tutto il perimetro spingendo verso il centro fino a fornare un cordoncino.

Friggete in olio caldo . Originariamente le panadas venivano cotte nel forno e si pensa che questa preparezione fritta derivi dagli spagnoli..

martedì 9 settembre 2008

OUS DE BUTXACA





Foto: 1 - Impasto incordato, 2- Massa pronta per la lievitazione, 3- Panetti prima della lievitazione, 3 panetti lievitati.
Prima della cottura




Gli ous de butxaca (letterarlmete uova da tasca) fanno parte dei dolci tipici di Alghero. Sono dei pani dolci profumati all'anice che vengono glassati con un velo di cappa a caldo. E' un dolce molto antico e purtroppo in "via di estinzione". Con il medesimo impasto si preparano anche i "cavallucci" , pane all'anice dalla forma di cavallo che anticamente veniva preparato per i bambini nei giorni di festa Oggi i cavallucci si preparano con una forma a pagnotta allungata e vengono glassati solo con l'albume d'uovo.
Ingredienti:
  • 1 kg di farina 00 (meglio se farina di forza 380/400 W)
  • 170 gr di lievito madre
  • 4 gr di lievito di birra fresco
  • 4 tuorli
  • 2 uova intere
  • 400 gr di zucchero
  • 1 fiala di anice fratelli rebecchio anitolo
  • Acqua q.b.
Per la cappa a caldo:
  • 550 gr di zucchero semolato
  • 300 gr d’acqua
  • 2 albumi di uova medio
PROCEDIMENTO:

Giorno prima: 

Prelevate 50 gr di lievito madre ben in forza, tagliatelo a fette e mettetelo a bagno in poca acqua tiepida (150 gr circa) zuccherata (un cucchiaino) per 10-15 minuti. Strizzatelo e impastatelo con lo stesso peso di farina, un cucchiaino di tuorlo d'uovo e metà peso di acqua tiepida.
Formate un panetto e incidete una croce sulla superficie, poi mettetelo a lievitare poggiato su un telo in una ciotola. Rinfrescate il lievito altre 2 volte con lo stesso peso di farina e metà d'acqua (es.: 50 gr di lievito e 25 gr d’acqua).

Primo Impasto:

Versate il lievito madre (170 gr) e il lievito di birra nella ciotola dell’impastatrice (o in una ciotola capiente se impastate a mano). Avviate la macchina a velocità 1 e impastate aggiungendo poca acqua tiepida. Aggiungete tutta la farina e impastate a velocità 2 inserendo le uova. Inizialmente l’impasto risulterà molto appiccicoso ma non demordete!
Continuate ad impastare versando lo zucchero a più riprese e facendolo assorbire ad ogni passaggio (se impastate a mano lavorate a lungo con i pugni). Impastate fino ad ottenere una pasta elastica, perlacea e ben incordata. In ultimo aggiungete l’essenza d’anice fino ad assorbimento. Spegnete la macchina e sistemate la pasta in una ciotola molto capiente, che coprirete con la pellicola trasparente e una coperta. Lasciate lievitare fino al raddoppio (8/10 ore). 

STAGLIO DEI PANETTI:

Prelevate la massa lievitata dalla ciotola e versatela su un piano precedentemente unto con del burro fuso. Tagliatela con il coltello in pezzi da 150 -170 grammi e disponeteli nel piano coprendoli con della pellicola trasparente. Prendete un pezzo alla volta e formate delle pagnottelle lisce e ben chiuse sotto facendo roteare la pasta su un piano. Sistemare le pagnottelle in un grande cesto alto almeno 20 cm nel quale avrete sistemato precedentemente un telo spolverato abbondantemente con farina o ancora meglio direttamente nelle teglie foderate con carta da forno. Coprite con un telo asciutto ed una coperta, facendo in modo che questi non tocchino le pagnotte. Lasciate lievitare lontano da correnti d’aria per altre 8 ore circa.

COTTURA:

Pre-riscaldare il forno a 165/170 °C (con un pentolino di acqua sul fondo che toglierete a metà cottura)
Sistemate alcuni panetti distanti tra loro su una teglia precedentemente foderata con carta da forno e spennellateli di albume sbattuto. Infornate e fate cuocere per circa 35 minuti. Sfornateli e lasciateli sfreddare. Procedete allo stesso modo per tutti i panetti. Preparate la cappa a caldo. Miscelate l’acqua con lo zucchero in un pentolino e portate sul fornello a fuoco dolce. Lasciate cuocere fino a che si formerà lo sciroppo. Per valutare quale è il momento giusto preparate un bicchiere con acqua fredda al suo interno e versateci una goccia dello sciroppo, se la goccia scompare lo sciroppo non è pronto, se invece forma una sorta di gocciolina gelatinosa ma morbida lo sciroppo è pronto. Se invece avete un termometro per alimenti portate lo sciroppo a 115/116 C°. Nel frattempo avrete montato a neve ferma gli albumi. Versate a filo lo sciroppo negli albumi e sbattete con le fruste fino a rendere il composto bianco e fermo.
Tenete la ciotola con la cappa dentro un'altra ciotola contenente acqua tiepida in modo da non farla seccare! Spennellate velocemente gli ous con la cappa ( partendo dalla base) e lasciate asciugare adagiandoli su un pezzo di carta da forno.

PANE ALLA RICOTTA

Questo è un pane tipico Sardo.. sono delle focaccine alla ricotta molto morbide e buone,,,
Ingredienti:
  • 500 gr di farina fiore o semolato rimacinato
  • 12 gr di lievito di birra
  • 700 gr di ricotta fresca di pecora
  • Sale

Procedimento:

Per la biga:

Sciogliere 5 gr di lievito di birra in poca acqua. Impastare la farina con il lievito disciolto in acqua formando un impasto ben sodo. Incidere a croce e sistemare in una ciotola e coprire con la pellicola. Lasciare lievitare per 12 ore.

Passate le 12 ore impastare la biga con 200 gr di ricotta e gli altri 7 gr di lievito di birra fino ad ottenere un impasto morbido. Lasciate lievitare un'ora in una ciotola coperto con un panno.

Passata un'ora impastare velocemente l'impasto lievitato con 500 gr di ricotta . Fate in modo che la ricotta non sia troppo fredda togliendola dal frigo un po di tempo prima. Impastate velocemente senza che la ricotta si amalgami e in modo tale che rimanga granulosa. Lasciate lievitare ancora 30 minuti. Formare delle pagnotte dando velocemente forma e sistemare su un panno infarinato bene e coprire di farina . Lasciate lievitare per almeno 30 miniti o comunque fino al raddoppio.

Sistemare in una leccarda foderata con carta da forno e cuocere a 240 per 25 minuti circa.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti relativi ai post e si assume il diritto di eliminare o censurare quelli non rispondenti ai canoni del dialogo aperto e civile.Infine è vietata la riproduzione dei contenuti di questo blog, senza l'autorizzazione dell'autore.
Related Posts with Thumbnails
Si è verificato un errore nel gadget